CHI SONO

Sono una giornalista e scrittrice che, oggi, si occupa prevalentemente di ambiente. Vivo a Roma, città amata-odiata, e ho due bambini, Paolo e Francesco.

Laurea e Dottorato in Filosofia, ho poi collaborato con i principali quotidiani e magazine italiani, occupandomi a lungo di società e nuove tendenze sociali, lavoro, specie autonomo e femminile, conciliazione lavoro-famiglia, maternità e infanzia, educazione, salute, cultura, libri. Ho scritto alcuni libri che vanno dalla salute mentale alla maternità, dalla condizione giovanile all’educazione dei bambini.

Oggi scrivo soprattutto per Il Fatto Quotidiano e per ilFattoquotidiano.it, oltre che per la rivista FQ Millennium, e mi dedico principalmente alle grandi questioni che ruotano intorno all’ambiente, dagli stili di vita sostenibile alle idee innovative, dalle questioni scientifiche al cambiamento climatico.

Qualcosa su di me? Vegetariana da anni, amo la danza e lo yoga, divorare più riviste e quotidiani possibili, lo sharing in tutte le sue forme e i meravigliosi contenuti che il web ci regala, dalla musica ai film ai libri (e che pago sempre). Se sono triste vado alla scuola dei miei figli e mi siedo ad ascoltare le voci dei bambini.

Il mio motto? “Se presso la biblioteca ci sarà un giardino nulla ci mancherà”.

Se volete contattarmi il modo migliore è scrivermi a elisabetta.ambrosi@gmail.com.

La mia formazione: Liceo linguistico-sperimentale al Mamiani di Roma (60/60). Dopo una laurea (110 e lode) e un Dottorato in Etica e Filosofia politica sono diventata caporedattrice della rivista di cultura politica “Reset”. Ho poi lavorato come free lance con le testate “Repubblica”, “A”, “MySelf”, “Europa”, “L’Unità”, “Il Riformista”, “L’Espresso”, “Vanity Fair”, “Vanityfair.it”, dove per sei anni ho tenuto il blog Sexand(the)Stress, ancora “DRepubblica”, “D.Repubblica.it”, “Business Insider Italia”, “Huffington Post”, ogni tanto “Dagospia.com”. Dalla sua fondazione nel 2010 scrivo per “Il Fatto” — su cui ho tenuto per anni la rubrica “Le Fattucchiere”, con Lia Celi -e sul cui sito ho un blog che curo con passione. Lavoro per il cartaceo, per il sito e per la rivista, sempre del Fattoquotidiano, “Millenium”. Scrivo con i registri del racconto, dell’inchiesta, o della critica (meglio se ironica).

Le mie massime:

“Il mondo vive grazie al respiro dei bambini nelle scuole” (massima ebraica)

“Se oltre alla biblioteca avremo un giardino, niente ci mancherà” (Cicerone)