Compiti, ridurli significa solo aumentare tv e videogiochi

Lettura, movimento, hobby. Persino mostre, ma soprattutto famiglia: secondo il ministro dell’Istruzione in area leghista Marco Bussetti è così che gli studenti dovrebbero passare le vacanze di Natale. E così ha annunciato che invierà una circolare ai dirigenti affinché sensibilizzino il corpo docente su una riduzione dei compiti durante le vacanze. In modo che i ragazzi possano godersi le feste, stando con i propri parenti. Un’immagine bucolica, quella prospettata dal ministro, che unita all’appello per un’eliminazione dei compiti durante le feste ha suscitato un vespaio di polemiche. E giustamente, perché si tratta di un’uscita goffa e infelice, ma soprattutto dettata da ideologia e ancor più, a mio parere, da una discreta ignoranza.

Continua qui.