7 thoughts on “Contatti

  1. Sono completamente d’accordo con lei. Ha evidenziato con semplicità gli aspetti più importanti.Purtroppo questa vicenda non fa che confermare che l’interesse personale prevale su tutto. Anche su tutti quei principi di giustizia sociale tanto sbandierati dai personaggi in questione. Un vero schifo. Non è più mia intenzione legittimare, anche con il voto, tutti questi personaggi che si riempiono la bocca con la parola POPOLO e alla fine sono i primi ad……”affamarlo”.

  2. Buongiorno Elisabetta,
    ho letto con molto interesse il suo pezzo sull’obbligatorietà delle scuole dell’infanzia e non posso che condividere il suo pensiero e ringraziarla per la sua chiarezza.
    La condizione delle mamme in Italia è più che precaria e nulla si fa per favorire la loro professionalità.
    Io, mamma di due figli, con un marito spesso all’estero per lavoro, ho dovuto compiere scelte drastiche squalificandomi professionalmente per continuare ad avere l’onore, oltre che l’onere, di FARE la mamma, e non solo di esserlo.
    A me, da impiegata e pendolare, sarebbe bastata una politica reale di smartworking, con il diritto di poter svolgere il mio lavoro da casa per almeno il 50% del tempo.
    Nell’era di internet è più che possibile!

  3. Buongiorno Elisabetta,
    innanzi tutto perdonami se ti do del tu….
    Mi sono imbattuto per caso in uno dei tuoi articoli, “Decreto dignità, non lo critichi chi ha distrutto il lavoro”. Devo dire che, oltre a condividerlo in toto, mi ha molto colpito la semplicità e la chiarezza con la quale viene dimostrato che i danni maggiori al lavoro giovanile (e non solo) sono stati fatti da una pseudo sinistra che arroccandosi sul “ce lo dice l’Europa” ha devastato quel poco di buono che c’era nel “vecchio mondo del lavoro”. E te lo dice uno che ha sempre votato a sinistra… Ora si scandalizzano e urlano alle crociate i nostri baldi politici Renziani (lui compreso) ed ex, dimenticandosi che fino a ieri c’erano loro al potere. Potere che a quanto pare hanno utilizzato per continuare a far tenere la testa bassa agli italiani, concedendo fin troppi bonus e benefici ad aziende e lobby. Mi sovviene una frase storica di Montanelli che diceva che “la sinistra ama talmente i poveri che ogni volta che va al potere li aumenta di numero”. Mai frase fu più azzeccata. Chiediamogli a questi signori che cosa hanno fatto di tangibile per frenare l’emorragia dei nostri giovani che scappano all’estero… e non voglio dilungarmi oltre altrimenti ci vorrebbe una pagina intera! Per chiudere, lasciamo lavorare questo Governo, giudichiamolo con il tempo e non con le critiche distruttive di chi vede il proprio potere affievolirsi…Scusa lo sfogo, ma non sopporto l’ipocrisia di questi personaggi falsi, menzogneri ed infidi (e non solo di sinistra) che urlano solo per far saper che ci sono. Spero di aver centrato l’obiettivo di quanto da te scritto… Comunque, brava, mi piacciono i tuoi articoli e i tuoi commenti semplici ma attuali e pungenti (vedi l’articolo su Saviano…). Continua a scrivere dell’odierna attualità così che anche un non “acculturato che ha solo la licenza media” come lo scrivente possa capire e ragionare sulla realtà. Con ammirazione e simpatia….Buona giornata.

Rispondi