Neve a Roma, l’incubo di noi mamme romane, tra scuole che chiudono e baby sitter che saltano

L’ansia si era insinuata sottile già qualche giorno fa, quando l’occhio mi era caduto per sbaglio sulle previsioni del tempo. “Burian in arrivo, neve possibile anche a Roma”. Solito estremismo dei media, diceva la parte razionale di me, pure abituata, in quanto mamma romana, a vivere nell’emergenza continua. Ma il senso di allarme cresceva, e con lui il timore del fatidico annuncio, arrivato, puntuale, il tardo pomeriggio di domenica: scuole chiuse. E pure i nidi, anche privati.

 La prima reazione, mia come di tutte le mamme ormai ampiamente digitalizzate, è stata quella di afferrare il cellulare e digitare con una mano – l’altra impegnata nell’evitare inutilmente che il sugo si bruciasse – un post alla velocità della luce, gridando indignata all’assurdo di scuole chiuse probabilmente solo per un po’ di freddo o al massimo qualche fiocco di neve.

Continua qui.

Rispondi