Caso Panebianco, intervista a Fusaro: “Quelli di Bologna quattro teppisti facinorosi, la violenza vera è un’altra cosa”

Unknown“Massima solidarietà ad Angelo Panebianco, ma fa ridere che il pericolo massimo in questo momento storico siano quattro teppisti di Bologna. Che restano teppisti facinorosi da condannare, però non nascondiamoci dietro un dito, non diciamo che questa è la violenza preoccupante di questo paese: la violenza oggi si esercita economicamente, non hai bisogno di bruciare o dare la cicuta a chi la pensa diversamente, basta togliere i finanziamenti. Così funziona ad esempio all’università: si finanziano i progetti organici all’ordine liberista e si tolgono i fondi ai progetti critici non allineati”. La pensa così Diego Fusaro, giovane filosofo anticonformista e ricercatore all’Università San Raffaele di Milano. “Ripeto, questi ragazzi sono dei violenti ma la violenza primaria in cui ci troviamo oggi a operare è quella del sistema capitalistico che mi pare Panebianco non metta mai in luce. E questo è ciò che dialogicamente gli farei notare in una pacata discussione”.

Continua a leggere qui.

Rispondi