La famiglia è triste, evviva la comune

UnknownTutte le mie amiche segretamente lo pensano: ma se la sera, invece di tornare a casa dal tuo solito lui, chiudere il chiavistello della porta e iniziare i soliti riti della cena, ci si ritrovasse in uno spazio comune grande, dove vivere tutti insieme, con altre famiglie, bambini, gatti e cani? Uno spazio sociale, una famiglia allargata, dove i nostri figli potrebbero trovare altri figli con cui immediatamente giocare e azzuffarsi e noi amiche con cui prendere un bicchiere di vino e cucinare insieme, scambiandoci gossip e chiacchiere sparse, ma anche condividendo sofferenze e contraddizioni concrete?

Continua a leggere qui. 

Un commento riguardo “La famiglia è triste, evviva la comune

  1. Che pizza questa specie di illusione malata…fatela, provatela… Io mi tengo il marito e ho tante amiche che si godono il loro!

Rispondi