Possiamo vivere senza sesso?

618_348_is-sex-addiction-realCapita a tutti di passare periodi, anche lunghi, senza rapporti sessuali. Perché non abbiamo un compagno, perché i rapporti occasionali magari non ci sono consoni in una certa fase della vita, perché si è all’interno di una lunga relazione che ha un momento di sospensione da quel punto di vista. Quando si passa molto tempo senza fare sesso di solito, semplicemente … ci si abitua. Di solito si tratta di periodi di scarsa euforia, ma in compenso di grande calma, attraverso i quali si riesce a vedere la realtà forse un po’ oggettivamente, realisticamente.

È vero, però, che un prezzo da pagare per questo sguardo lucido e tutto sommato sereno, che molto giova a chi ci sta vicino, specie se si tratta di bambini, c’è. È più facile che si moltiplichino le ombre (no, non voglio parlare di depressione, una parola che non mi piace), che alcune ansie prendano il sopravvento: ansie però, al contrario di quelle che si provano durante i periodi di sesso frequente, legate alla dipendenza  dall’altro, alla paura di perderlo, di vederlo con altre, etc, sono molto più fondate. Perché sono ansie che riguardano il mondo in cui viviamo, le tensioni politiche, sociali così come la possibilità concreta di malattie che esistono, di incidenti e così via. La mancanza di sesso, dicevo, per certi versi aumenta il realismo. E il mondo appare così com’è, pieno di conflitto e anche di negatività.

Continua a leggere qui. 

Rispondi